Tappa n.T1 Pos - Verona/San Bonifacio - ROMEA POSTUMIA

Dal piazzale 25 Aprile della stazione dei treni di Verona Porta Nuova, si prosegue diritti lungo il viale alberato (viale dal Cero), che si vede leggermente spostato a destra, quando si esce dalla stazione. Si segue il viale, superando prima un incrocio di modeste dimensioni e poi uno grande, e dopo 765 metri si arriva a Porta Palio. La si individua facilmente, poiché si trova proprio nel mezzo di una grande circonvallazione. Arrivati a Porta Palio, si attraversano viale dal Cero, viale Colonnello Galliano e circonvallazione Alfredo Oriani, utilizzando i semafori pedonali e tenendo a destra il grande Parco delle Mura. Si arriva così in Stradone Porta Palio. Si prosegue sempre diritti su questo viale, che poi diventa corso Castelvecchio, corso Cavour, corso Porta Borsari, corso Sant'Anastasia, per 2 km fino ad arrivare alla Chiesa di Sant'Anastasia. Guardando la chiesa, si prende ora il vicoletto, che lambisce a destra il perimetro esterno dell'edificio (siamo in via Don Bassi). La via sbuca su una stradella e si svolta a sinistra, seguendo sempre la chiesa e arrivando a piazzetta Bra Molinari. Si prosegue ora sempre diritti, si segue il corso del fiume Adige ed si imbocca via Ponte di Pietra; dopo 250 metri si raggiunge il ponte che attraversa l'Adige.
Arrivati sull'altro argine del fiume, si gira a destra in via Regaste Redentore e si segue nuovamente l'Adige per circa 100 metri fino all'incrocio di Via Santa Chiara. Lungo questo tratto si possono ammirare i resti, sulla sinistra, del Teatro Romano. Alla fine di via Regaste Redentore, si può vedere, sulla sinistra, l'edificio che ospita il Museo Archeologico. Si attraversa la strada sulle strisce pedonali, si arriva ad una piazzetta e si riattraversa nuovamente: prestate attenzione al traffico che qui può essere intenso. Si abbandona ora il fiume e si prosegue lungo il marciapiede, seguendo sempre la via principale fino ad arrivare alla Chiesa di Santa Toscana, dopo 1.3 km. Si susseguono così via Redentore, via Santa Chiara, via Santa Maria in Organo, via Giardino Giusti, via Muro Padri, Via San Nazaro e piazza XVI Ottobre, che ospita la Chiesa di Santa Toscana. Da piazza XVI Ottobre, si prosegue diritti in via XX Settembre e si oltrepassa Porta Vescovo, svoltando a sinistra in via Barana. Si attraversa una prima volta la strada e poi, andando subito a destra, la si attraversa una seconda volta, superando il grande viale e tenendo a sinistra i Giardini Baden Powell, dall'altro lato della strada. Siamo ancora in via Barana e la si segue ancora per altri 190 metri per poi girare all'incrocio a destra, seguendo la ciclopedonale di via Cesare Betteloni. Si segue sempre questa via per 670 metri fino ad arrivare all'incrocio con via Montorio. Si gira ora a destra, seguendo sempre via Montorio, e si vede subito un semaforo. Si va diritti, lasciando sulla sinistra la banca. Si prosegue ora per 3.1 km sempre seguendo la ciclopedonale dal fondo asfaltato, percorrendo via Montorio e via A. da Legnago, che costeggia il Fiumicello, fino ad arrivare ad una grande rotonda dove sulla sinistra c'è un piccolo capitello. Si attraversa sulle strisce, seguendo il perimetro del muro di pietra della villa, che si tiene a destra, e prendendo la prima strada a destra, via Guerrina. La si percorre tutta e si prosegue per 3.5 km lungo il Percorso della Salute, seguendo Fossa Murara e poi Fossa Zenobria fino ad arrivare al comune di San Martino Buon Albergo. Il percorso termina in via del Caval. Si prosegue costeggiando il corso d'acqua e andando diritto lungo questa strada di quartiere per 330 metri. Si svolta alla prima a sinistra in via Ugo Foscolo e poi ancora alla prima a destra in via Manzoni, che si segue per 134 metri. Si svolta a sinistra in via G. Leopardi e, dopo 150 metri, si raggiunge l'incrocio con la Strada Regionale n° 11. Si segue il marciapiede, svoltando a sinistra e procedendo sempre lungo la strada principale fino a raggiungere la Chiesa di San Martino Buon Albergo dedicata a San Martino Vescovo, dopo 880 metri, sul lato destro della strada. Si prosegue su via Unità per 260 metri e si gira a sinistra in via Pasubio, seguendo le indicazioni Marcellise-San Briccio, si svolta quindi alla prima a destra, via Piave, seguendo per Illasi. Si va ora sempre diritto lungo questa via, che cambia nome svariate volte e che a tratti è sprovvista di marciapiede, seguendo sempre le indicazioni per Illasi. Dopo 1.7, superato fosso Ranzan, si arriva al cartello del Comune di Lavagno: si prosegue seguendo per Illasi. Qui la strada è stretta e può essere pericolosa: prestare particolare attenzione. Poco dopo il cartello, in curva si trova un incrocio: si prosegue sempre diritto, seguendo la principale Strada Provinciale n°37. Si va sempre diritti, incontrando una prima rotonda, dopo 1.6 km, e una seconda, dopo 700 metri. Alla seconda rotonda dopo il torrente Progno d'Illasi, si prosegue verso Colognola ai Colli. Anche questo tratto di strada è trafficato e si deve prestare attenzione, perché privo di marciapiede. Dopo 2.6 km, sempre lungo la Strada Provinciale n°37, si gira a sinistra e subito alla prima a destra lungo viale IV Novembre, seguendo le indicazioni per la biblioteca. Al termine del viale dopo 400 metri si va di nuovo a sinistra e subito a destra ancora viale IV Novembre, seguendo il percorso pedonale che sale sul colle. Raggiunta la piazzetta del colle dopo circa un chilometro, si prosegue lungo la strada, che si ha davanti e che mantiene la quota senza salire né scendere, via Pescheria. La si segue, cominciando la discesa dopo poco, per circo 800 metri fino ad incontrare un incrocio, che ha sul lato opposto della strada il cartello della fermata dell'autobus. Si svolta a destra lungo via San Nicolò e al successivo incrocio, dopo poco più di 100 metri, si svolta a sinistra. Si segue ora questa via in salita verso località Orgnano per poi da lì scendere trovando un capitello dopo 1.1 km. A questo incrocio si svolta a sinistra procedendo verso la località San Vittore. Si prosegue sempre diritto per 2,6 km, fino ad incontrare una rotonda. Anche questo tratto di strada è trafficato e si deve prestare attenzione, perché privo di marciapiede. La si supera, andando diritto e seguendo la ciclopedonale, che da qui è presente. Si prosegue diritto lungo viale San Vittore per 330 metri e, superato il torrente Tramigna, si gira a sinistra lungo via Cà del Bosco e poi subito a destra in via Carantiga. La si segue per 320 metri e al successivo incrocio si gira a destra. Oltre i vigneti si riesce a distinguere il campanile del santuario di Santa Maria della Bassanella, che si raggiunge dopo circa 400 metri. Visitata la chiesa, si ritorna sulla strada principale, proseguendo a destra e andando sempre diritti lungo la strada, che attraversa tutto il centro di Soave e che cambia molti nomi. Dopo circa un chilometro si attraversano le mura della città e si trova una rotonda su una piazzetta. Si tiene la sinistra, andando lungo la ciclabile che costeggia il torrente Tramigna e si imbocca a fianco del capitello posto in viale della Vittoria, all’angolo del bar. Si segue ora l'argine del torrente, che è in parte erboso. Dopo 1.3 km si passa sotto l'autostrada, la si costeggia tenendo il vigneto sulla destra, seguendo la capezzagna e risalendo l'argine. Si supera un altro sottopasso e dopo 770 metri si incrocia la Strada Regionale n°11, che porta a Villanova. Si va a sinistra, prestando molta attenzione al traffico e oltrepassando il ponte, si prosegue sempre diritti, raggiungendo l'Abbazia di Villanova, che già dal ponte si intravede, dopo 465 metri.

Scarica il file GPX - Scarica il file KMZ - Scarica il file Altimetrico

Vedi tutto - Alloggi - Ristori - Servizi - Cultura e natura
Nome del punto  
Abbazia di San Pietro a Villanova Vai al dettaglio
Tempio Votivo (Cuore Immacolato di Maria) Vai al dettaglio
Porta Palio Vai al dettaglio
Chiesa di Santa Teresa degli Scalzi Vai al dettaglio
Chiesa di San Bernardino di Siena Vai al dettaglio
Chiesa di San Zeno in Oratorio Vai al dettaglio
Chiesa dei Santi Apostoli Vai al dettaglio
Arena di Verona Vai al dettaglio
Chiesa di San Nicolò all'Arena Vai al dettaglio
Chiesa di San Lorenzo Martire (Sezano) Vai al dettaglio
Chiesa di San Giovanni in Foro Vai al dettaglio
Chiesa di Sant'Eufemia Vai al dettaglio
Chiesa San Giorgetto (o San Pietro Martire) Vai al dettaglio
Chiesa di Sant'Anastasia Vai al dettaglio
Cattedrale di Santa Maria Matricolare Vai al dettaglio
Chiesa di Santo Stefano Protomartire Vai al dettaglio
Teatro Romano Vai al dettaglio
Ponte Pietra Vai al dettaglio
Chiesa di Santa Chiara Vai al dettaglio
Chiesa Santa Maria in Organo Vai al dettaglio
Chiesa Santi Nazaro e Celso Martiri Vai al dettaglio
Chiesa di Santa Toscana Vai al dettaglio
Porta Vescovo Vai al dettaglio
Chiesa di San Giuseppe Fuori le Mura Vai al dettaglio
Chiesa di San Martino Vescovo Vai al dettaglio
Chiesa Di Cristo Risorto Vai al dettaglio
Chiesa Santa Maria Della Neve Vai al dettaglio
Santuario Di Santa Maria Della Pieve Vai al dettaglio
Chiesa dei Santi Fermo e Rustico Vai al dettaglio
Chiesa Santuario di Santa Maria della Bassanella Vai al dettaglio
Chiesa di San Rocco Vai al dettaglio
Chiesa Di San Lorenzo Martire Vai al dettaglio
Castello Scaligero di Soave Vai al dettaglio
Oratorio Di Santa Maria di Monte Santo Vai al dettaglio
Chiesa di San Giorgio Vai al dettaglio
Museo Castelvecchio Vai al dettaglio
Arco dei Gravi Vai al dettaglio
Capitello vicino alla rotonda: di gira a destra Vai al dettaglio
Chiesa di San Pietro Apostolo Vai al dettaglio
Capitello Vai al dettaglio
Rathaus Verona Vai al dettaglio
Rathaus Verona Vai al dettaglio
Rathaus San Martino Buon Albergo Vai al dettaglio
Rathaus Lavagno Vai al dettaglio
Rathaus Colognola ai Colli Vai al dettaglio
Rathaus Soave Vai al dettaglio
Istituto don Calabria - Oasi San Giacomo Vai al dettaglio
Fonte nel parco Vai al dettaglio
Fontana del parco Vai al dettaglio
Fonte del parco Vai al dettaglio
Fonte all'incrocio vicino al capitello Vai al dettaglio
Fonte lungo la ciclopedonale Vai al dettaglio
Fonte Vai al dettaglio
Fonte dietro la chiesa vicino al parco Vai al dettaglio
Stazione Ferroviaria Verona Porta Nuova Vai al dettaglio
Comune di Verona Vai al dettaglio
Comune di San Martino Buon Albergo Vai al dettaglio
Comune di Lavagno Vai al dettaglio
Comune di Colognola ai Colli Vai al dettaglio
Comune di Soave Vai al dettaglio
Farmacia Al Giglio S.N.C. Dei Dottori Festoso Riccardo E Zambotto Paola Vai al dettaglio
Farmacia San Nazaro S.N.C. Di Nigri Marco E Matteo & C. Vai al dettaglio
Farmacia S. Chiara di Ivana Zoppi e C. S. N. C. Vai al dettaglio
Farmacia Nigri Vai al dettaglio
Farmacia Pomari Vai al dettaglio
Farmacia Dr.Ssa Bertoli Vanzan Luisa Vai al dettaglio
Farmacia Centrale Di Tessari Aurelia Vai al dettaglio


Stampa
  • Stazione dei treni di Verona Porta Nuova
  • 45° 25.760', 10° 58.944'
  • 63
  • Abbazia di San Pietro a Villanova
  • 45° 24.175', 11° 15.859'
  • 33
  • Verona, San Martino Buon Albergo, Lavagno, Colognola ai Colli, Soave e S an Bonifacio
  • 32 km
  • Ore 8
  • pianeggiante
  • + 309
  • -338
  • Facile
  • Strada regionale, Strada provinciale, Strada comunale, Sterrata / Pista
  • Poco Trafficate, Trafficate, Molto trafficate
  • A piedi, In bicicletta
  • A tratti
  • Si
  • Più di 5
  • Scarsamente ombreggiato
  • Da visitare: nel Comune di Verona: l’Arena, la Chiesa di Sant’Anastasia, la Chiesa di Santa Toscana, San Zeno, il fiume Adige; nel Comune di Soave: il Castello e la Chiesa della Bassanella; nel Comune di San Bonifacio: l’Abbazia di Villanova.
 


Progetto ideato e promosso da

Con la partecipazione di

 

 

Sponsor principale

 

Romea Strata
Ufficio Pellegrinaggi - Diocesi Vicenza, Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30 Contrà Vescovado, 3 • 36100 Vicenza tel. 0444-327146 • fax 0444-230896

© Copyright Omniaweb - web agency Padova