Tappa n.T19NL-San Baronto-Fucecchio - NONANTOLANA-LONGOBARDA

Tenendo alle spalle la chiesa di San Baronto si procede a destra in via di Giugnano. Allo stop si procede ancora a destra, in discesa, lungo via Nardini fino a giungere dopo 200 metri all'incrocio con la Strada Provinciale n°9. Si va a destra per qualche metro e si attraversa la Strada Provinciale n°9 proseguendo sulla strada che si ha di fronte: si vede il segnale CAI sul palo dello stop della via. Inizialmente il percorso è su strada asfaltata poi il sentiero sale sulla destra divenendo sterrato; si seguono sempre i segnali CAI, tenendo sempre il sentiero principale, superando i resti del “Barco Reale”- un lungo muro in sassi che attraversa il sentiero. Lo si segue per 2,3 km fino a scendere su strada asfaltata, via del Madonnino, che si segue a sinistra per circa 100 metri. Si arriva ad uno spiazzo con un trivio; si segue la strada a destra salendo ancora e proseguendo per 950 metri. Si incontra, sulla destra, nuovamente via del Madonnino e si prosegue diritti seguendo. La strada è in ghiaia e prosegue sempre in cresta al monte su un altopiano attraversando boschi dove predomina la Roverella. Si segue sempre il sentiero CAI n°300 e trovando le indicazioni “Torre Sant' Alluccio” che si raggiunge dopo 3,5 km. I riferimenti per raggiungerlo sono i ripetitori TV. Torre Sant'Alluccio sono dei ruderi e lì vicino vi è un cippo dedicato agli alpini. Mantenendosi sempre sul crinale si segue la strada a scendere seguendo prima il sentiero CAI n°14A e poi il sentiero CAI n°14. Dopo 2,4 km si raggiunge il borgo di Santa Lucia e si prosegue ora su strada asfaltata lungo il sentiero n°14 fino ad arrivare al paese di Anchiano, dopo 740 metri, e la casa natale di Leonardo. Si continua a scendere su via di Anchiano seguendo il sentiero CAI n°14 che attraversa un uliveto e dopo 1,5 km si incontra la Strada Provinciale n°9. Si procede a sinistra su strada asfaltata in direzione Vinci. Dopo 200 metri si mantiene la destra in via Montalbano e la si segue per 172 metri, girando a destra verso Androne Cioffi. L'androne è ricavato sotto una fila di case ed è un portico dove sono presenti i segnali CAI n°12B, ha una rampa in sasso in discesa. Lo si attraversa e si arriva a fondovalle dopo 490 metri, continuando su fondo sterrato. Arrivati alla strada asfaltata, si svolta a sinistra in via Lamporecchiana. Dopo un centinaio di metri si attraversa la Strada Provinciale n°123 proseguendo dritti in via Lamporecchiana e seguendo il sentiero CAI n°12C, andando in direzione Panteleo. Si sale così la collinetta che si trova davanti proseguendo su strada in parte asfaltata, mantenendosi sulla destra prima del gruppetto di case. Si segue il sentiero che costeggia alcune coltivazioni e si sopra al cavalcavia di via Collinare, proseguendo sempre diritti e seguendo le indicazioni CAI n°12C. Dopo circa 700 metri si incontra un quadrivio e si prosegue a destra in via San Pantaleo sempre seguendo la segnaletica CAI. Dopo 430 metri, prima del cimitero, si continuano a seguire i segnali CAI andando a sinistra attraversando gli appezzamenti coltivati. Si segue la via per circa 500 metri fino ad arrivare ad una curva asfaltata, qui si tiene la destra passando davanti alla casa. Si segue la via lungo il percorso CAI per circa 260 metri e si gira a sinistra attraversando i vigneti proseguendo prima su una leggera salita e poi in discesa fino al fondovalle. Finita la discesa, la capezzagna piega a destra e poi si va ancora a destra seguendo la capezzagna che si incrocia. Si attraversano ancora campi coltivali e poi si inizia a risalire la collina seguendo nuovamente la segnaletica CAI. Dopo circa 1.5 km di strada sterrata, si raggiunge il fondo asfaltato di via Gabbialla. La si segue per circa 800 metri mantenendosi sempre sulla principale fino ad arrivare alla Strada Provinciale n°105. Si prosegue ora a destra in direzione di Cerreto Guidi. Non si ha alternative se non quella di seguire sempre lungo la Strada Provinciale per 1.8 km fino a raggiungere un semaforo. Si attraversa la strada e si utilizza il passaggio pedonale in salita di Strucciolo della Porta, percorrendolo tutto. Si arriva così in via Santi Saccenti e si prosegue a destra mantenendosi su questa via per circa 100 metri. Si svolta ora a destra in via Guidi e si va sempre diritti continuando su via Vittorio Veneto. Dopo 310 metri si incontra la Strada Provinciale n°31 che si segue lungo il marciapiedi di sinistra fino a trovare il Santuario di Santa Liberata. Si prosegue a sinistra in via G. Matteotti per 600 metri fino ad incontrare una rotonda. Si seguono ora le indicazioni per Querciola, lungo via Torribina, per circa 1.3 km fino al successivo bivio. Qui si prosegue a destra lungo via di Petriolo attraversando l’abitato di Querciola. La strada è dapprima asfaltata, poi diventa sterrata mantenendosi in collina e attraversando le coltivazioni di vigneti e di uliveti. Dopo circa 2 km il percorso inizia a scendere, sempre su fondo sterrato, e si prosegue sempre diritti lungo la capezzagna principale verso il fondovalle. Giunti a fondovalle, appena superato un fosso, inizia la strada asfaltata di via Barbugiana e la si percorre tutta per circa 2 km fino ad incontrare lo stop in fondo alla via. Si prosegue ora a sinistra in via Umberto Giordano e dopo circa 50 metri si attraversa sulle strisce pedonali la Strada Provinciale n°11 (S.P. Pisana per Fucecchio). Si prosegue diritti sempre lungo via Umberto Giordano per circa 450 metri fino a trovare la chiesa del convento. A questo incrocio si va a destra in via Fornaci raggiungendo l’ingresso della chiesa e si attraversa Piazza la Vergine grazie alle strisce pedonali che si trovano li davanti. Si prosegue ora a sinistra in via Trieste e la si segue per 110 metri fino al successivo incrocio. Qui si prosegue a destra lungo via Lamarmora, in leggera salita, e poi ancora a destra lungo via Pietro Martini. Alla fine della via si tiene leggermente la sinistra fino ad arrivare in Piazza Vittorio Veneto con il bellissimo affresco di San Cristoforo e la Collegiata di San Giovanni Battista. La Romea Nonantolana-Longobarda interseca la Via Francigena a Fucecchio.

Scarica il file GPX - Scarica il file KMZ - Scarica il file Altimetrico

Vedi tutto - Alloggi - Ristori - Servizi - Cultura e natura
Nome del punto  
Agriturismo La Pineta Vai al dettaglio
Assia srl Vai al dettaglio
Hotel La Campagnola Vai al dettaglio
Chiesa di Santa Lucia Vai al dettaglio
Casa natale Leonardo da Vinci Vai al dettaglio
Chiesa Di Santa Croce in Vinci Vai al dettaglio
Pieve di San Leonardo Vai al dettaglio
Santuario di Santa Liberata Vai al dettaglio
Collegiata di San Giovanni Battista Vai al dettaglio
Chiesa di San Salvatore Vai al dettaglio
Fonte Vai al dettaglio
Fonte nel parcheggio Vai al dettaglio
Fonte Vai al dettaglio
Fonte Vai al dettaglio
Comune di Fucecchio Vai al dettaglio
Comune di Cerreto Guidi Vai al dettaglio
Comune di Vinci Vai al dettaglio
Comune di Quarrata Vai al dettaglio
Comune di Lamporecchio Vai al dettaglio


Stampa
  • Chiesa di San Baronto
  • 43° 50.354', 10° 55.043'
  • 349
  • Collegiata di San Giovanni Battista a Fucecchio
  • 43° 43.749', 10° 48.450'
  • 39
  • Lamporecchio, Quarrata, Vinci, Cerreto Guidi e Fucecchio
  • km 26.3
  • Ore 7.30
  • collinare
  • + 696
  • - 1004
  • Medio
  • Strada provinciale, Strada comunale, Sterrata / Pista, Carrareccia
  • Poco Trafficate, Trafficate, Molto trafficate
  • A piedi, In bicicletta
  • No
  • Si
  • Da 3 a 5
  • Poco ombreggiato
  • Nel comune di Pistoia: chiesa località Collina Nel comune di Lamporecchio: il borgo di San Baronto Nel comune di Fucecchio: Collegiata di San Giovanni Battista, Chiesa e Convento della Vergine.
 

Progetto ideato e promosso da

Con la partecipazione di

 

 

Sponsor principale

 

Romea Strata
Ufficio Pellegrinaggi - Diocesi Vicenza, Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30 Contrà Vescovado, 3 • 36100 Vicenza tel. 0444-327146 • fax 0444-230896

© Copyright 2018 Romea Strata