Tappa n.T5AN-Mestre-Dolo - ROMEA ANNIA

Dalla Chiesa di San Lorenzo Martire si prosegue verso la galleria Giacomo Matteotti, superando il fiume Marzenego. Dopo 120 metri si prosegue lungo la ciclopedonale di via Rosa fino a piazzale Donatori di Sangue, metri 150. All'incrocio si segue ancora la ciclopedonale, svoltando a sinistra e al successivo incrocio si attraversa sulle strisce pedonali in via Querini. Si segue la ciclopedonale di di questa via, che poi diventa via Dante Alighieri, in direzione della stazione ferroviaria per 1.1. km. Si arriva così all'incrocio con via Stazione e si prende il sottopasso ferroviario, posto a sinistra dall'altro lato di via Alighieri, che consente di oltrepassare i binari. Il sottopasso esce sulla ciclopedonale di via Giorgio Rizzardi che si segue per metri 495, fino ad incontrare la rotonda di piazzale Lazzaro Giovannaci. Poco prima della rotonda si passa sulla ciclabile del lato sinistro e la si segue. Si attraversano così via Durando e via Leone Graziani, tenendo il piazzale sulla destra, e si svolta a sinistra in via Angelo Toffoli. Si percorre ora questo viale per 360 metri fino alla successiva rotonda di Piazzale Cesare Rossarol. All'altezza della rotonda, si svolta a sinistra, seguendo il marciapiede li presente e si prende la seconda strada a sinistra che è via Cesare Rossarol. La si segue fino all'incrocio con viale Fratelli Bandiera, che si segue, girando a destra, per 1.7 km sul marciapiede. Terminato il marciapiede, si deve procedere diritti lungo un tratto di strada molto trafficato, che è via Padana. Dopo 1.7 km si trova una rotonda alla quale si va diritti, prendendo l'uscita Padova-Dolo-Mira. Superata la rotonda, si prosegue su Via Padana, che corre parallela al canale della Rana su ciclopedonale a fondo asfaltato, e la si segue sempre per un chilometro fino all'altezza del semaforo. Si gira qui a sinistra in direzione Malcontenta-Fusina, attraversando la strada poco prima del semaforo e camminando sull'erba dell'incrocio a sinistra. Si segue sempre diritti lungo la ciclopedonale di via della Stazione, che segue l'andamento del Naviglio del Brenta e che conduce al borgo di Malcontenta dopo 1.7 km. Si attraversa poi il ponte a destra, che consente di superare il Naviglio del Brenta, fino ad arrivare a piazza Malcontenta dopo 130 metri. Si svolta ancora a destra, oltrepassando la chiusa sul canale Bondante (Scaricatore di Malcontenta o canale Nuovo). Si prosegue ora diritti lungo via Malcanton, che costeggia il canale Seriola Vaneta, per 800 metri fino ad incontrare la S.S. n°309 "Romea". Fare attenzione all'intenso traffico ed utilizzare il passaggio ciclopedonale, che consente di raggiungere via Seriola Veneta Destra, dall'altra parte della strada. Passata la strada statale, si procede a sinistra in via Seriola Veneta Destra (manca il cartello identificativo della via) e la si segue, andando sempre diritti per 2.8 km. La strada è un po' stretta, ma con poco traffico e segue sempre il canale. Giunti al quadrivio con semaforo, si gira a destra in via Risorgimento, seguendo le indicazioni Mira. Dopo 200 metri si trova una rotonda e si prende la seconda strada a destra in direzione Mira. Si procede lungo la ciclopedonale, passando sotto alla ferrovia, rimanendo sempre in via Risorgimento, fino ad incontrare, dopo 760 metri, un'altra rotonda. La si supera, prendendo la seconda strada a destra, fiancheggiando il parco Valmarana sulla destra e proseguendo in via Giuliano da Majano. Si procede sempre diritti lungo questa via, che poi diventa vai Mare Mediterraneo, per 1.2 km. Si incontra ora un incrocio di 4 strade e si prosegue a destra, andando verso il Naviglio del Brenta, che si raggiunge dopo 190 metri. Si segue ora il Naviglio del Brenta sempre diritti per un chilometro fino a superare il canale Taglio Novissimo grazie al ponte in via Guglielmo Marconi. Sulla sponda opposta del Naviglio, c'è il paese di Mira e la sua chiesa parrocchiale. Si prosegue a sinistra in via Argine Destro Novissimo, girando dopo 200 metri a destra in via Carlo Savoldelli. Si prosegue su questa via per 500 metri, costeggiando un fossato. Si arriva così ad un ponte in mattoni e si passa sull'altra riva, riprendendo via Seriola. La si segue sempre per 3.3 km, superando anche degli incroci, fino ad arrivare all'incrocio con via Vego Scocco. All'incrocio si può vedere davanti il campanile di Dolo. Si gira a sinistra in via Scocco, proseguendo lungo il canale e superando il ponte a destra sul Naviglio del Brenta in direzione della chiesa di Dolo. Dopo 360 metri si supera nuovamente un ponte e si va a sinistra in direzione di Padova, raggiungendo la chiesa di Dolo dopo 180 metri.

Scarica il file GPX - Scarica il file KMZ - Scarica il file Altimetrico

Vedi tutto - Alloggi - Ristori - Servizi - Cultura e natura
Nome del punto  
Parrocchia di San Rocco Vai al dettaglio
Hotel Palladio Vai al dettaglio
Hotel Mondial Vai al dettaglio
Hotel City of Art Venice Vai al dettaglio
Chiesa di San Carlo Borromeo (Convento Padri Cappuccini) Vai al dettaglio
Chiesa Santa Maria Immacolata di Lourdes Vai al dettaglio
Chiesa Sacro Cuore di Gesù Vai al dettaglio
Chiesa di Sant'Antonio di Padova Vai al dettaglio
Chiesa di San Nicolò Vescovo Vai al dettaglio
Duomo Di San Rocco Vai al dettaglio
Comune di Mira Vai al dettaglio
Comune di Dolo Vai al dettaglio
Farmacia Alla Salute Dott. Luca Gambarotto Vai al dettaglio
Farmacia Medina Dei Dottori Bruno Centanini E Carla Vai al dettaglio
Farmacia S. Antonio Vai al dettaglio
Farmacia Malcontenta Del Dr. Dario Ragazzi & C. Snc Vai al dettaglio
Farmacia Rossetto Dr. Ivano Vai al dettaglio
Parafarmacia Mira del Dott. Andrea Ongarato Vai al dettaglio
Farmacia Mira - Gruppo Meltias Vai al dettaglio
Farmacia Centrale di Livio Pinzerato Vai al dettaglio


 


Progetto ideato e promosso da

Con la partecipazione di

 

 

Sponsor principale

 

Romea Strata
Ufficio Pellegrinaggi - Diocesi Vicenza, Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30 Contrà Vescovado, 3 • 36100 Vicenza tel. 0444-327146 • fax 0444-230896

© Copyright Omniaweb - web agency Padova