Templari e pellegrini sulle antiche strade verso la Terrasanta

Si chiama Romea Strata il progetto dell'Ufficio pellegrinaggi della diocesi di Vicenza in cui confluirà anche Romea Postumia. «L'obiettivo - spiega don Raimondo Sinibaldi, responsabile dell'ufficio Pellegrinaggi - è riscoprire le antiche vie che i pellegrini percorrevano per andare a Roma dagli ingressi del Tarvisio e di Gorizia, sia per poterle rifare a piedi o in bicicletta, sia per scoprire o ri-scoprire le bellezze e le peculiarità di un territorio.

Nel marzo 2013, durante un convegno sulle vie storiche che attraversavano il Nord est dell'Italia, emerse che ce n'erano sette, e creavano una sorta di grande imbuto grazie al quale far confluire i pellegrini che giungevano da est e da nord Europa diretti a Santiago de Compostela o a Roma percorrendo o la via Popilia, da Aquileia a Rimini, o la via Annia, tra Aquileia e Adria, per poi raggiungere la Flaminia, l'antica via consolare romana che collegava Rimini a Roma. Oppure si dirigevano verso Nonantola, in provincia di Modena, per scendere poi in Toscana e con la via Francigena giungere a Roma, o con la Cassia». [...]

TRATTO DA: GIORNALE DI VICENZA - MERCOLEDì 24 GIUGNO

SCARICA L'ARTICOLO


Progetto ideato e promosso da

Con la partecipazione di

 

 

Sponsor principale

 

Romea Strata
Ufficio Pellegrinaggi - Diocesi Vicenza, Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30 Contrà Vescovado, 3 • 36100 Vicenza tel. 0444-327146 • fax 0444-230896

© Copyright 2018 Romea Strata